Area riservata

Logo web naz

Seguici su FaceBook

Percorsi di accoglienza medica per disabili intellettivi

Approvata la mozione di De Godenz

Percorsi di accoglienza medica per disabili intellettivi

Il consigliere Pietro De Godenz, in accordo con i colleghi UpT Passamani e Tonina, ha esposto in Consiglio una mozione intitolata “AVVIARE UN PROGETTO DI FACILITAZIONE PER L’ACCESSO ALLE PRESTAZIONI SANITARIE A BENEFICIO DEI DISABILI INTELLETTIVI.” 

La mozione approvata ieri verte su:

-          la creazione di percorsi socio-sanitari di presa in carico e di continuità assistenziale tra ospedale e territorio specificatamente organizzati a beneficio di persone con grave disabilità intellettiva, neuromotoria, psicomotoria o con gravi deficit comunicativi;

-          l’avvio di un progetto finalizzato ad attuare un percorso facilitato post pediatrico di accesso alle prestazioni ospedaliere e ambulatoriali per disabili intellettivi presso il presidio ospedaliero S. Chiara di Trento, assumendo quale riferimento il Progetto DAMA;

-          la continuazione dell’avviato processo di revisione dei modelli di cura ospedalieri delle persone con grave disabilità intellettiva, neuromotoria, psicomotoria o con gravi deficit comunicativi.

Dopo il parere favorevole della Giunta, la mozione è stata votata e accolta all'unanimità.

Per il consigliere De Godenz: "E' importantissimo lavorare e mettere in campo progetti come questo. Esperienze simili sono già attive a Modena, Varese e Bolzano e i risultati sono interessanti. Sappiamo tutti che i procedimenti standard non vanno bene per tutti e sono contento per la sensibilità dimostrata anche dai colleghi consiglieri: è giusto lavorare e sperimentare nuove soluzioni pensando a chi ha particolari difficoltà e conseguenti necessità di accesso ai servizi sanitari. Sono certo che la sperimentazione che verrà messa in campo al S. Chiara porterà risultati positivi. "

La mozione è scaricabile qui